Come fare con i pori dilatati?

Maggior parte di noi preferiscono usare i trucchi, alcuni potrebbero fare trattamenti di maschera di ossigeno e ultrasuoni per una soluzione temporanea (ma funziona davvero?), poi alcuni abbandonano la felicità e evitano di mangiare cioccolato e salame… ma alla fine quale sarà il metodo giusto?

Cosa sono i pori e come prende cura della pelle con i pori dilatati?

Decisa di voler risolvere il problema, mi sono messa a fare le ricerche… e ho scoperto che ci sono diversi motivi e metodi per una pelle con i pori dilatati.

  • Tra i motivi principali possiamo trovare la trascuratezza, disturbi ormonali, le scottature solari, disidratazione, il nostro stile di vita poco sano, la genetica, lo stress e il nostro livello di testosterone (nella pubertà).
  • Il metodo più pericoloso per trattare i pori dilatati è spremerli da soli: è un ottimo metodo per avere un’infezione che porta alla formazione delle cicatrici che poi potremo rimuovere completamente solo con metodi più invasivi.
  • Per ridurre efficacemente i pori dilatati conviene andare dal estetista, che saprà al meglio come pulire e trattare la tua tipologia di pelle in modo professionale. Attenti però – alcuni estetisti con la spremitura manuale peggiorando ulteriormente la situazione già delicata. Io per fortuna sono stata un po’ più fortunata e effettivamente dopo qualche mese (ci andavo 2 volte al mese) ho notato un miglioramento (nonostante il salame e cioccolato). MA poi, visto che non è economico, quando ho smesso di andarci, è tornato tutto…
  • Poi c’è anche il peeling chimico, metodo sempre più popolare in Nord Europa. Questa tipologia di peeling regola la produzione di sebo, rende la pelle più uniforme, diminuisce le cicatrici e aiuta pure con le rughe superficiali (quindi utile per tutte le età). Ovviamente l’ho testato come fai da te: vedi il mio esperiimento con il peeling chimico. E devo ammettere che fin ora questo è il mio metodo (costo-benefici) preferito.
  • La cura giornaliera della pelle gioca il ruolo più importante. Per sapere esattamente come fare con la tua pelle è sempre meglio fare un salto dall’estetista, ma in linea comune ci sono 3 fasi da seguire:
    • Il prodotto corretto per la pulizia della pelle,
    • Il prodotto (ad esempio un siero) per restringere i pori e migliorare la struttura della pelle,
    • Una crema idratante.

Trucchetti per truccarsi

Con il trucco giusto si possono nascondere tutte le imperfezioni (…anche i pori dilatati).

  1.  Prova con un primer: riempie i pori e lascia una pelle più liscia. Non applicare il primer come una crema idratante, ma tamponalo solo nelle aree critiche (il risultato sarà ancora più liscio).
  2. Scegli la fondotinta con il risultato MAT, perchè tutto quello che brilla e luccica rende i pori ancora più visibili. Anche la fondotinta dovrebbe essere applicata tamponando (miglior risultato si ottiene con un pennello flat-top).
  3. Il miglior applicatore della terra è il suo cuscinetto/spugna. Tamponare per fissare al meglio il trucco.
  4. Se hai finito con la base del trucco e vorresti mettere anche un po’ di blush, applica anche quello tamponando, per evitare di rovinare la base con i bruschi movimenti del pennello.
  5. Alla fine della giornata è importante riuscire a togliere tutto il trucco dai nostri pori. Quindi prima di tutto sciogliere il trucco con uno struccante a base d’olio e poi lavare la faccia con il gel o schiuma preferita.

Finisco questo articolo con la dura verità: prima di tutto dobbiamo imparare ad accettarci come siamo, perchè purtroppo non esiste una soluzione definitiva per i pori dilatati.

Possiamo solo migliorare la struttura della pelle e tenerla ben pulita, idratata e coccolata.


Foto: Bearfotos / Freepik

Grete Merlyn

Digital designer Appassionata per il fai da te. Guardo il mondo con curiosità. Mi piace fare esperimenti, provare nuovi hobby e fare ricerche - sarebbe un peccato non condividerli.

Non ci sono ancora i commenti

Commenti sono chiusi